Jump to content
Forum di Fotografia Professionale

Classifica Utenti


Contenuti Popolari

Contenuti con la reputazione più alta dal 15/04/2012 in tutte le aree

  1. 2 punti
    I nostri figli sono nati e vivono in un mondo dove per loro scattare fotografie significa saper usare bene uno smartphone ed è molto raro che utilizzino una vera e propria fotocamera per creare le loro immagini... a meno che in famiglia, i genitori e/o qualche parente, non ne utilizzino una. Ovviamente questa non è proprio la condizione ideale per far crescere un "futuro fotografo". Per far apprendere ai nostri figli, sin da piccoli, i rudimenti della tecnica fotografica, le differenze di prestazioni di questi strumenti di lavoro, i vantaggi dell'ergonomia etc. è necessario mettere nelle loro mani una vera e propria macchina fotografica e fargliela usare. Acquistare una fotocamera progettata apposta per un bambino è quindi la scelta più giusta da fare ovviamente se si è veramente convinti di volerlo "appassionare alla fotografia". Ma questa scelta va fatta con saggezza e con molta prudenza! Prima di trovare la fotocamera buttata nel cestino dei giocattoli (per la quale si sono spesi magari qualche centinaio di euro) è consigliabile valutare bene alcuni aspetti importanti legati alla scelta della migliore macchina fotografica adatta al nostro bambino. Se il bambino è molto piccolo, per esempio, sarebbe bene evitare di mettergli in mano un oggetto fragile che magari possa comportare pericolo per la sua salute (rischi di soffocamento, reazioni allergiche, ferite etc.) e che, oltre a questo aspetto, estremamente importante per la sua sicurezza, ci costringa a spendere un bel pò di denaro per poi alla fine avere un oggetto inesorabilmente "condannato" all'obsolescenza. Se abbiamo dunque deciso di acquistare una macchina fotografica per nostro figlio - o meglio da poter condividere con l'intera famiglia - dovremo prendere in considerazione, per prima cosa, la sua durata nel tempo e la facilità d'uso. Il consiglio quindi è di ragionare attentamente su due questi aspetti, prima di fare la scelta definitiva, non tralasciando di occuparsi delle caratteristiche tecniche della fotocamera e della qualità delle immagini che offre. La scelta dipende sicuramente anche dall'età e dalla maturità di ogni singolo bambino! Per esempio non sceglieremo di affidare a qualsiasi bambino, o alla stragrande maggioranza di quelli che hanno meno di 10 anni, una fotocamera DSLR (una reflex digitale) che invece, potrebbe rappresentare un'ottima scelta per un pre-adolescente o un adolescente soprattutto se è seriamente interessato alla fotografia. Una macchina fotografica entry-level del tipo "DSLR - mirrorless" (che significa letteralmente senza specchio e quindi predisposta per l'uso di ottiche intercambiabili) può essere davvero un ottimo punto di ingresso nel mondo della fotografia. Qualche tempo addietro anch'io mi sono trovato a dover fare questa scelta per mio figlio Valerio che oggi ha 11 anni. Pur non essendo molto geloso delle mie attrezzature fotografiche professionali non mi sembravano però essere la scelta giusta per introdurlo alla fotografia. Ho quindi escluso a-priori l'eventualità di mettergli in mano una Canon MarkIII o un Hasselblad. Le nostre fotocamere, quelle che utilizziamo per lavorare, sono pesanti, ingombranti e non sono proprio comode da maneggiare per un bambino piccolo. Quindi mi sono messo a fare una ricerca su internet ed ecco alcune delle cose più interessanti che ho trovato digitando su google: "come scegliere la migliore macchina fotografica per un bambino". Ho trovato cose davvero interessanti, utili e anche molto belle. Le ho selezionate seguendo il mio istinto e il mio gusto personale, ordinandole per fascia d'età, convinto di poter così dare una mano a chi, come me, da genitore si trova adesso nella situazione nella quale mi sono trovato io. Dunque se sei un genitore, un nonno, uno zio, un fratello e ti sta a cuore l'occhio fotografico del tuo bambino dai un'occhiata alla mia lista. Macchine fotografiche ideali per bambini dai 5 agli 8 anni Se il tuo bambino ha meno di 10 anni probabilmente non vorrai spendere un sacco di soldi. Dunque l'obbiettivo sarà: spendere poco acquistando una fotocamera solida e resistente che duri almeno un paio d'anni. Qualcosa di leggero, di maneggevole che però non si rompa la prima volta che viene usata. Un oggetto sicuro per il tuo bambino e semplice da utilizzare. Ecco 2 modelli che fanno per te! VTech KIDIZOOM www.vtechkids.com PREZZO ORIENTATIVO 80/90 € Questa fotocamera è ottima come "prima macchina fotografica". Economica e resistente, la VTech KIDIZOOM è garantita a norma di legge ed è conforme a tutte le regole imposte in materia di sicurezza. Ha un sensore da 1.2 megapixel, una memoria interna di 128 MB, uno zoom digitale 4x e può girare anche dei video. Il modello più costoso di questa serie ('Plus') è dotata di un sensore da 2 megapixel, memoria interna da 256 MB e uno slot per le schede SD (adatte a bambini che non mettono le cose in bocca). Caratteristiche principali Sensore CCD 1.2MP Zoom digitale 4X Memoria built-in 128MB Batterie AA Nikon COOLPIX S31 www.nikon.it PREZZO ORIENTATIVO 80/90 € La KIDIZOOM è una "macchina fotografica giocattolo" adatta ai bambini. è impermeabile ed è una vera e propria "entry-level" costruita appositamente per essere utilizzata da un bambino. Ha uno zoom ottico 3X (equivalente ad un 29-87 mm) dunque con un'escursione che va da grandangolare a medio-tele. Offre la stabilizzazione digitale dell'immagine (limita il mosso) e i veri punti di forza di questa macchina fotografica sono i 10 megapixel del sensore, la sua durata e la facilità di utilizzo. è garantita per resistere a cadute da circa 4 m e si può usare sott'acqua – 3/4 metri di profondità – ovviamente va benissimo anche nella vasca da bagno o sotto la doccia. C'è dunque una modalità di "ripresa subacquea" per fare le foto in piscina, un simulatore di tilt-shift e una funzione per isolare un singolo colore consentendo al bambino di ottenere immagini più creative. La S31 realizza riprese video a 720p, e ha una gamma che va da 80 a 1600 ISO il che significa che il bambino potrà fotografare anche in condizioni di luce bassa. Caratteristiche principali Sensore CCD da 10MP Zoom ottico 3X (equivalente a 29-87 millimetri) Video 720p HD Impermeabile, antiurto e antipolvere Batteria agli ioni di litio (in dotazione) Disponibile in diversi colori, tra cui rosa, giallo e blu Macchine fotografiche ideali per bambini dagli 8 ai 10 anni Ho accennato al fatto che prima di acquistare una macchina fotografica per i bambini sino ad 8 anni bisogna sempre tener conto della sua durata e resistenza. Credo che questa regola vada estesa anche sino ai 10 anni. Ci sono alcune fotocamere molto robuste dedicate ai ragazzi studenti di scuola media o che frequentano l'ultimo anno delle elementari. Tutti i modelli sono disponibili in varie gamme di colori, molto apprezzati dai ragazzi, ma la cosa più interessante è che queste macchine fotografiche offrono anche un certo livello di controllo manuale che è molto utile ai bambini per incominciare ad apprendere meglio alcuni aspetti della "tecnica fotografica". Pentax WG-10 www.pentax.it PREZZO ORIENTATIVO 160/215 € I ragazzi di 8/10 anni, solitamente, sono innamorati dello styling delle auto da corsa. Ecco perché sicuramente apprezzeranno la WG-10 della Pentax. Questa fotocamera è corredata con una serie di luci a LED poste ad anello intorno alla lente. Ha uno zoom ottico 5X (equivalente ad un 28 mm/140mm) che da una marcia in più a questa fotocamera. Realizza fotografie a 14megapixel che rappresentano la ciliegina sulla torta. Veramente impermeabile, questa fotocamera, può funzionare fino ad una profondità di 10m. Infrangibile se cade da altezze di 5m, indeformabile, resistente al gelo e alla polvere. La WG-10 della pentax realizza video a 720p e ha lo stabilizzatore dell'immagine. Ha una gamma generosa di variazioni ISO che vanno da 80 a 6400. Le cinque lampadine a LED che si trovano sulla lente sono fantastiche per realizzare riprese macro impostando la macchina fotografica sulla modalità "microscopio digitale". La WG-10 non dispone di particolari controlli manuali ma in compenso ha un numero discreto di modalità di ripresa: 25 opzioni che includono la modalità auto, programmata, panoramica, subacquea e la ripresa video subacquea. Caratteristiche principali Sensore CCD da 14MP Zoom ottico 5X (equivalente a 28-140 millimetri) ISO 80-6400 LCD 2,7 pollici, LCD 230 k punti Video 720p HD Impermeabile, antiurto, antipolvere e gelo Batteria agli ioni di litio (in dotazione) Disponibile nei colori rosso e grigio Sony Cyber-shot DSC-TF1 www.sony.it PREZZO ORIENTATIVO 150/180 € Una macchina fotografica un pò più elegante delle altre è la Cyber-shot TF1 della Sony. Le caratteristiche di automazione della Sony sono molto famose e sono considerate tra le migliori del settore. Questa fotocamera ha uno zoom ottico stabilizzato 4x (25mm a 100mm) con un sensore CCD da 16 megapixel. è anche impermeabile (fino a 10m di profondità), infrangibile (cadute da 3m), anticongelamento e antipolvere. La modalità Sweep inoltre offre la possibilità di realizzare fotografie panoramiche - anche in ambiente subacqueo - con effetti di ritocco stile Instagram. La gamma della fotocamera si estende da 100 a 3200 ISO. Cattura video a 720p. Caratteristiche principali Sensore CCD da 16MP Zoom ottico 4X (equivalente a 27-108 millimetri) ISO 100-3200 LCD 2,7 pollici, 460 k punti Video 720p HD Impermeabile, antiurto, antipolvere Batteria agli ioni di litio (in dotazione) Disponibile in diversi colori tra cui nero, rosso e blu Fujifilm Finepix XP60 www.fujifilm.it PREZZO ORIENTATIVO 150/180 € Anche se è più costosa delle altre la Fujifilm XP60 è la più resistente di tutte. è la prima fotocamera in questa carrellata ad offrire un sensore CMOS (da 16 megapixel)! Offre una stabilizzazione perfetta con un sensore di spostamento. Registra video a 1080p L'XP60 ha una lente a zoom-ottico 5X (28 mm / 140mm) e una gamma ISO 100-6400. Accetta schede SD / SDHC / SDXC. Impermeabile fino a 7m sott'acqua, antiurto, resistente alla polvere e al gelo. I ragazzi che amano fare riprese video si innamoreranno di questa camera perché può fare riprese con framerate di 10 fps a piena risoluzione (oppure 60fps con risoluzione ridotta a 2MP). Oltre a ciò è possibile realizzare filmati ad alta velocità che consentono di ottenere effetti slow-motion a 240fps (risoluzione di 320x240px). Caratteristiche principali Sensore CMOS 16MP Zoom ottico 5X (equivalente a 28-140 millimetri) ISO 100-6400 LCD 2,7 pollici, 230 k punti Video 1080p HD Impermeabile, antiurto e antipolvere Batteria agli ioni di litio (in dotazione) Disponibile in più colori tra cui giallo, verde, rosso e blu Macchine fotografiche ideali per bambini dai 10 ai 14 anni La solidità rappresenta una caratteristica meno importante per una macchina fotografica dedicata a questa fascia d'età. Parliamo di un ragazzo di oltre 10 anni solitamente più ordinato di quelli più piccoli e che presta attenzione alle cose che hanno valore. Canon PowerShot A1400 www.canon.it PREZZO ORIENTATIVO 60/90 € La caratteristica principale di tutte le fotocamere Canon è quella di offrire semplicità d'uso e alta qualità dell'immagine in rapporto al prezzo di vendita. La PowerShot A1400 dispone è dotata di un sensore CCD da 16 megapixel con uno zoom ottico 5X (equivalente ad un 28 mm / 140mm) e funziona con 2 batterie AA. Questo rappresenta un vantaggio per i giovani fotografi che non dovranno preoccuparsi della ricarica e che sfrutteranno l'alloggiamento come impugnatura molto confortevole. Anche se non è possibile controllare manualmente l'esposizione, l'A1400 offre una vasta selezione di "modalità di ripresa" caratteristiche che la rendono molto versatile. Alcune di queste sono: modalità a scarsa luminosità, modalità di scatto lungo e modalità automatica. La fotocamera dispone di alcuni filtri stile Instagram. Per esempio il "Miniature Effect" e un simulatore "obiettivo fisheye". Questa fotocamera può anche registrare video a 720p con una varietà di gamma ISO 100-6400. Caratteristiche principali Sensore CCD da 16MP Zoom ottico 5X (equivalente a 28-140) ISO 100-1600 LCD 2,7 pollici, 230 k punti Video 720p HD Built-in ottica mirino 'tunnel-type' Batterie AA Nikon Coolpix S01 www.nikon.it PREZZO ORIENTATIVO 90/100 € Questa fotocamera è adatta ai ragazzi che amano le cose piccole, tascabili, più che tascabili! Questa macchina fotografica "in miniatura" scatta immagini a 10 megapixel, ha un touchscreen da 2,5 pollici, uno zoom ottico 3X (equivalente a 29/ 87 mm), stabilizzazione digitale e 7.3GB di memoria interna. La sensibilità del sensore varia da 80 a 1600 ISO e realizza riprese video a 720p. In ogni caso tutte queste specifiche passano in secondo piano rispetto al fatto che la vera ragione per cui scegliere questa fotocamera sono le sue dimensioni: 1,5cm di profondità, larga 7,5cm, alta 5cm, 96grammi di peso compresa la batteria e la scheda di memoria. Piccola e leggera da portare ovunque. Caratteristiche principali Sensore CCD da 10MP Zoom ottico 3X (equivalente a 29-87 mm) ISO 80-1600 LCD 2.5in, 230 k punti Video 720p HD Batteria agli ioni di litio (in dotazione) Disponibile in diversi colori, tra cui bianco, argento, rosa e rosso Olympus SZ-15 www.olympus.it PREZZO ORIENTATIVO 120/150 € La Olympus SZ-15 ha un bellissimo teleobiettivo. Ottima per chi ama fotografare animali, sport e paesaggi. Offre un angolo di campo molto più ampio rispetto alle altre telecamere. Ha un obiettivo/zoom ottico con un'escursione di 24X (25-600mm)! La cosa che colpisce è il fatto che è anche munita di uno stabilizzatore d'immagine chiamato "Dual Image Stabilization" che torna molto utile quando si lavora con un teleobiettivo così spinto. Ottima anche nelle riprese ravvicinate la Olympus SZ-15 è una macchina fotografica FANTASTICA. Offre una distanza minima di messa a fuoco di circa un centimetro! Ha un sensore CCD da 16 megapixel ed è in grado di catturare immagini a 15 fps impostata sulla risoluzione a 3 megapixel. L'acquisizione dei video è superiore a 720p. Nella fotocamera sono anche incorporati i 'Magic Art Filters " un set di filtri per creare effetti particolari sulle fotografie. Di questa fotocamera esiste anche una versione molto simile che si chiama SZ-16 e che si può comprare spendendo poco di più. La differenza tra le due è che quest'ultima dispone di un sensore CMOS da 16MP e realizza riprese video a 1080p. Caratteristiche principali Sensore CCD da 16MP Zoom ottico 24X (25-600mm equivalente) ISO 100-1600 LCD 3in, 460 k punti Video 1080p HD Batteria agli ioni di litio (in dotazione) Disponibile nei colori nero, argento e rosso Canon Powershot SX160 IS www.canon.it PREZZO ORIENTATIVO 120/150 € Questa è la prima fotocamera della nostra serie con controllo manuale dell'esposizione il che significa che è perfetta per introdurre i ragazzi alla conoscenza della tecnica fotografica avanzata. Anche questa macchina fotografica è munita di un bellissimo teleobiettivo, uno zoom ottico 16X (equivalente a 28-448mm) con stabilizzatore. è alimentata con batterie tipo AA. Inoltre offre la possibilità di impostare settaggi per selezionare la priorità di diaframma, di tempi oppure la modalità di scatto manuale. è possibile regolare manualmente messa a fuoco, la velocità dell'otturatore, il diaframma, gli ISO (80-1600) e il bilanciamento del bianco. Nel menu sono disponibili una bella varietà di filtri creativi: effetto miniatura, fisheye, fotocamera giocattolo etc. Può registrare video in formato 720p. Caratteristiche principali Sensore CCD da 16MP Zoom ottico 16X (equivalente a 28-448mm) ISO 80-1600 LCD 3in, 230 k punti Video 720p HD Batterie AA Disponibile nei colori nero e rosso Macchine fotografiche ideali per bambini dai 14 ai 18 anni (e oltre) Un ragazzo di questa età che ha dimostrato di voler prendere sul serio la sua passione per la fotografia dovrebbe essere pronto per usare una fotocamera DSLR con obiettivi intercambiabili. I modelli che ho scelto differiscono per le loro dimensioni fisiche, la facilità d'uso e la gamma di funzioni automatiche/manuali. Sono tutte fotocamere piccole e facili da usare pur offrendo funzionalità avanzate che consentono ad un giovane fotografo, desideroso di imparare le basi della fotografia, di affrontare seriamente il proprio hobby. Nikon 1 S1 www.nikon.it PREZZO ORIENTATIVO 290/320 € Non molto più grande di una fotocamera point-and-shoot (compatte) la Nikon 1 S1 offre un sensore da 1 pollice di tipo CMOS e la possibilità di intercambiare le lenti. Offre la piena gestione manuale dell'esposizione, la modalità a priorità di tempi e di diaframma, una gamma ISO 100-6400, l'acquisizione di immagini in formato RAW NEF a 12-bit, un autofocus molto veloce e infine la modalità di scatto continuo a 15fps. Sono previste anche modalità di scatto più veloci - 30fps e 60fps - ma entrambe richiedono attenzione al momento di usarle. La Nikon 1 S1 registra video 1080p HD e offre due modalità di ripresa "slow-motion": filmati a 400fps (640x240) e filmati a 1.200 fps (320x120). Caratteristiche principali Sensore CMOS da 10 MP 1 Lente Nikon ISO 100-6400 LCD 3in, 460 k punti Scatto continuo massimo 60fps (15 fps con autofocus) Video 1080p HD Batteria agli ioni di litio (in dotazione) Disponibile in diversi colori, tra cui bianco, nero, rosso e kaki Olympus E-PM2 www.olympus.it PREZZO ORIENTATIVO 400/520 € Un'altra fotocamera mirrorless molto buona è la Olympus PEN E-PM2 (nota anche come 'Pen Mini'). Ha un sensore 4/3, la funzione di stabilizzazione delle immagini con sensore di movimento e display LCD touchscreen da 3 pollici. Scatta fotografie a 16-megapixel CMOS. Consente di regolare le impostazioni manualmente (diaframma, compensazione dell'esposizione, velocità dell'otturatore, bilanciamento del bianco, saturazione del colore etc). Ovviamente si può scegliere tra la priorità dei diaframma e la priorità di tempi. Un importante punto di forza di questa macchina fotografica è la velocità di autofocus. La gamma di variazione degli ISO è veramente eccezionale: parte da 200 e arriva fino a 25,600 ISO. è possibile utilizzare la modalità a scatto continuo in piena risoluzione a 8 fps (messa a fuoco fissa). Registra video 1080p/30fps. Come quasi tutte le fotocamere vendute dalla Olympus anche questa incorpora filtri creativi veramente molto efficaci. Questa è una di quelle macchine che mi hanno veramente colpito! Caratteristiche principali Sensore CMOS 16MP Lenti intercambiabili ISO 200-25.600 LCD 3in, 460 k punti (sensibile al tatto) Video 1080p HD Disponibile in argento, nero e rosso Canon EOS Rebel SL1 www.canon.it PREZZO ORIENTATIVO 300/350 € La Canon è molto orgogliosa della sua EOS Rebel SL1 e l'ha definita: "la più piccola e leggera DSLR del mondo". Ha lo stesso sensore e lo stesso processore che monta il modello più grande EOS Rebel (T5i APS-C - DIGIC 5). Le sue dimensioni ridotte sono sicuramente un punto di forza della SL1. Pur essendo piccola nelle dimensioni rimane sempre molto comoda da maneggiare. Le caratteristiche principali sono: un'ampia gamma ISO 100/12.800 ISO (espandibili fino a a 25.600), gestione della modalità a priorità di tempi e di diaframma, scatto continuo a 4 fps, acquisizione RAW e touchscreen da 3 pollici. Può essere utilizzata in modalità tradizionale utilizzando la rotella di regolazione posta sulla parte superiore della fotocamera in maniera tale da non interferire con lo schermo. La EOS Rebel SL1 è ottima per "giovani aspiranti registi" offrendo modalità video a 1080p (registra a 30fps e 24fps) con regolazione manuale dell'esposizione. Caratteristiche principali Sensore CMOS 18MP Montare lenti Canon EF / EF-S ISO 100-25.600 LCD 3in, 1,4 milioni-punti - touchscreen Video 1080p HD Iithium batteria agli ioni di litio (in dotazione) Conclusioni: Spendere dei soldi per acquistare una macchina fotografica da mettere in mano ad un bambino io la considero una cosa buona. Fare fotografie stimola la sua creatività e lo aiuta a scoprire il mondo guardandolo da punti di vista diversi da quelli ai quali è abituato nella realtà. Bisogna però fare attenzione a non cadere nella trappola delle mode trasformandoci in vittime designate di abili giochi di marketing che ci inducono spesso a cedere a molte inutili tentazioni. Parte dei modelli che ho preso in considerazione non sono (esattamente e necessariamente) solo per i bambini e vanno benissimo anche per gli adulti, altri invece sono pensati esclusivamente a loro misura: le batterie non sono ingeribili, le schede di memoria hanno dimensioni che non fanno correre il rischio che si soffochino e la struttura generale della fotocamera è progettata in maniera tale da non potersi fare male anche se lanciata contro un altro bambino o un'altra persona. I prezzi che ho appuntato sono assolutamente indicativi (come è ovvio che sia visto che quello di vendere non è il mio mestiere) e andrebbero verificati al momento dell'acquisto considerata la velocità con la quale vengono rilasciati nuovi aggiornamenti. La stessa cosa andrebbe fatta anche relativamente ai modelli che ho elencato. C'è da prestare attenzione visto che nel frattempo potrebbero essercene di più nuovi e aggiornati. Il mio suggerimento è quello di dare un'occhiata a questa lista per farsi un'idea e poi, al momento di scegliere, provare a visitare i grossi siti di vendita (io trovo che Amazon sia il migliore) per confrontare tutti i modelli e i rispettivi prezzi. Solo così potremo essere certi di aver fatto la scelta più oculata e conveniente! Sicuramente qualcosa mi sarà sfuggito. Se conosci un modello che io non ho preso in considerazione e che merita lascia un tuo commento (puoi farlo sotto) e così aiuterai altri genitori a trovare la migliore fotocamera per il proprio bambino! A cura di Elio Leonardo Carchidi
  2. 2 punti
    Quando si inizia a fare il Fotografo capita spesso che, pur di farlo, pur di mettersi alla prova, si scende a compromessi, per così dire, poco convenienti se non addirittura del tutto sconvenienti. Il proprio lavoro e le proprie conoscenze vengono "svendute" o addirittura "regalate" con l'alibi e nella speranza che quella fatica (gratuita) verrà in futuro in qualche modo ripagata. In parte è comprensibile. Ancora non si è avuto tempo di acquisire sicurezza ed esperienza sufficiente ad evitare i tanti "tranelli" che il mercato tende. È capitato a tutti, anche a me, quindi nulla di particolarmente scandaloso! Fotografi, perchè non svendersi? 5 buoni suggerimenti per sopravvivere alla Fotografia Se però qualcuno, quando ho iniziato, mi avesse fornito qualche valido consiglio e qualche valido suggerimento magari avrei risparmiato un pò di tempo prima di arrivare a comprenderlo da solo sulla mia pelle. Voglio allora provare a condividere con te alcune idee che si sono consolidate in me, nel tempo, e delle quali oggi sono fermamente convinto. Non pretendo di dettarti regole e "comandamenti" voglio solo aiutarti a riflettere su alcuni atteggiamenti che potresti inconsapevolmente assumere e che potrebbero danneggiarti. 1. Evitare di sottovalutarsi per guadagnarne in autostima Evidentemente se ci siamo messi alla prova e ci stiamo dedicando a svolgere il nostro lavoro di Fotografo vuol dire che ci consideriamo in grado di poterlo fare. Magari abbiamo studiato e abbiamo già superato alcune prove pratiche che ci hanno dimostrato che siamo in grado di farlo. Questo è importante poichè, viceversa, rischieremmo di essere un più megalomani che fotografi. Se ci "mettiamo in gioco" vuol dire, quindi, che ci consideriamo bravi o almeno bravini. Se siamo "coscientemente" convinti di questo dovremo anche sapere che, in giro, ci stanno tanti Fotografi più bravi ed esperti di noi. Questo servirà a farci stare con i piedi per terra e a farci fare una ragionevole valutazione economica del nostro lavoro confrontandola con quella di altri. Allora, ragioniamo: se qualcuno ci chiama per fare un lavoro vuol dire che ne ha bisogno e che, tutto sommato, riconosce la qualità del nostro lavoro e le nostre capacità. Non siamo allora da buttare via! Questo aiuta a far crescere la propria autostima e ad evitare di sottovalutare le nostre possibilità. 2. Badare sempre, sin dall'inizio, alla propria reputazione Sottovalutarsi una volta, e quindi svendersi, fa correre il rischio, quasi certo, di continuare a farlo per parecchie volte ancora. Chi suggerirà il tuo nome a colleghi e amici parlerà loro del tuo "prezzo basso" e di quanto costi poco. Di solito "i procacciatori d'affari" si fanno forti della loro furbesca capacità di "abbattere i costi". Una svista del genere basterà a posizionarti in una fascia economica bassa e sarà difficile e faticoso convincere il tuo nuovo cliente su un eventuale "aumento dei prezzi" che vorrai applicare ai tuoi futuri servizi fotografici. Meglio quindi rinunciare ad un lavoro oggettivamente sottopagato che non correre questo rischio. 3. I Clienti cattivi non ti faranno mai guadagnare Esserti svenduto anche una sola volta e aver fatto girare la voce che costi poco attirerà tanti clienti cattivi che ti sceglieranno solo perchè costi poco e non per il tuo valore effettivo. Questi giocheranno proprio sulla leva psicologica del ricatto economico e sfrutteranno al meglio le tue qualità. Forse avrai qualche cliente in più ma dovrai dedicare maggiore fatica ottenendo bassissimo guadagno. 4. Dare l' addio alle Motivazioni Quando ti renderai conto di lavorare di più guadagnando poco o nulla, prima o poi scatterà in te la molla della demotivazione. Caleranno gli stimoli e ti passerà la voglia di fare il Fotografo con conseguenze magari più serie sul tuo stato psicologico e motivazionale. Il vero rischio è di veder saltare tutto. Sogni, speranze e ambizioni. Perdere l'entusiasmo per quello che si fa potrebbe rappresentare la fine della tua carriera. 5. Il confronto con gli altri Accorgersi di aver lavorato tanto avendo fornito grande utilità al cliente ma non avendo guadagnato praticamente nulla, ti costringerà (inevitabilmente - è umano) a fare dei confronti con i colleghi che ti hanno preceduto e con chi ha lavorato al tuo fianco (modelle, truccatore,etc.). Apprendere di aver guadagnato quanto o addirittura meno di una persona che ha oggettivamente lavorato meno, o quantomeno fornendo meno utilità o che ha addirittura lavorato peggio di te rischierà di farti cadere nello sconforto e la tua autostima andrà a farsi friggere. CONCLUSIONE: All'inizio di ogni carriera è comprensibile correre questo tipo di rischio. Si è ancora dubbiosi e incerti. Non si hanno grandi sicurezze. L'importante è che questa fase non duri a lungo o che duri il meno possibile per poter limitare danni irreparabili. Nel dubbio, sarà meglio rinunciare a qualche proposta di lavoro sconveniente per evitare di cadere nella rete di qualche cliente "furbacchione" ( e ce ne stanno!) che di sicuro prima o poi ti troverai ad incrociare sulla tua strada. Una buona idea sarebbe quella di chiedere aiuto a qualcuno più esperto di te che possa consigliarti. Il lavoro di Fotografo è un lavoro che si svolge, quasi sempre, da Free-lance o, quando e se le cose vanno un pò meglio, nella veste di libero imprenditore. Se davvero vuoi fare seriamente questo lavoro tieni sempre conto di quelli che sono gli investimenti necessari per le attrezzature e per tutto il resto sommando a questi costi, ovviamente, le spese per tasse e oneri vari. Il nostro, come qualunque altro lavoro, non può essere regalato perchè perchè nessun lavoro può essere svolto senza un equo e ragionevole profitto. A questo noi dedicheremo tutto il nostro tempo sottraendolo ad altre cose importanti della nostra vita. Prosit! Elio Leonardo Carchidi Potrebbe interessarti leggere anche: Diventare Fotografo Professionista Come si diventa Fotografo Lascia qui sotto un tuo commento su questo articolo!
  3. 2 punti
    Ciao a tutti sono Massimo e come tutti voi un grande appassionato di fotografia. Auguro un buon anno a tutti e buona luce.
  4. 2 punti
  5. 1 punto
    Ciao Elia, benvenuto. Se hai domande, dubbi e quant'altro batti un colpo ?
  6. 1 punto
    Speriamo tutto si risolva al meglio, dai!
  7. 1 punto
  8. 1 punto
    volevo condividere il mio nuovo sito dove ci sono fotografie scattate quando ero ancora una bambina che inseguiva il vento e gli zingari, altre foto invece le ho guardate con una malinconia rivolta al passato, come quando mi ricordo il sapore della ricotta col cacao e lo zucchero che mi faceva mio padre, e poi ci sono gli scatti di quando non so più chi sono e quelli che nonostante tutto sono una dichiarazione d'amore. e non ne rinnego nessuno. https://mialabate1.wixsite.com/mialabate
  9. 1 punto
    Buonasera a tutti, sono qui per chiedere un consiglio sull'acquisto della mia nuova reflex. Premetto che in questo momento utilizzo una Canon 60D quindi sensore APSC, vorrei fare un salto di qualità rimanendo su Canon avendo già alcune ottiche e le papabili sono la Canon 80D (APSC) e la full frame Canon 6D. La mia incertezza nella scelta è dovuta al fatto che la 80D è una reflex dell'anno scorso quindi maggiore tecnologia, più punti di messa a fuoco (25 punti), Messa a fuoco Automatica continua per foto e video con sensore dual pixel e qualche altra diavoleria oltre al processore DIGIC6. Dall'altra parte una full frame la 6D con qualche anno alle spalle meno tecnologia meno punti di messa a fuoco (11 punti) ma una macchina a pieno formato. Domanda: Quanto incide in qualità fotografica un sensore Full frame (più vecchio) rispetto ad un' APSC (più nuovo) ma con più tecnologia, punti di messa a fuoco e dual pixel? Acquistando la full frame ho comunque più qualità, , più nitidezza più luminosità rispetto alla 80 D? Conviene spendere circa il doppio dei soldi per una macchina uscita circa 5 anni fa? GRAZIE A TUTTI PER L'ATTENZIONE (per aiutarmi a capire il grado di qualità Dalle due macchine prendete come riferimento una scala qualitativa da 1 a 10)
  10. 1 punto
    Ma la password per scaricare i manuali dove la trovo ?
  11. 1 punto
    'Mostra per primi' mi raccomando!! ? https://t.co/ll6TGEWvTW
  12. 1 punto
    Ciao Pruppola, fai una comparazione come questa: https://www.dpreview.com/products/compare/side-by-side?products=fujifilm_xt10&products=oly_em1&products=canon_eos750d (Ovviamente puoi personalizzarla). metti a confronto le macchine per prezzo, verifica le caratteristiche e poi... guarda le immagini scattate con ognuna di queste. Questo ti aiuterà moltissimo a cpaire quello che stai acquistando. In ogni caso il prezzo di 500€ se la macchina è perfettamente funzionante rimane interessante :-)
  13. 1 punto
  14. 1 punto
    Ciao, ho provato a comprarmi una bridge e mi stavo per mettere le mani sui capelli! Puntini orripilanti, ed era Canon, percui ho una crisi di "e se sbaglio!" A me interessa: natura, messa a fuoco, senso di profondità, colori vivaci, macro buono(lo uso), realismo, paesaggismo, non mi interessa raw(preferisco pratica), non mi interessano scatti veloci(sono riflessiva), ottima base per gli ottici\obiettivi! Mi piace la fotografia naturalista\reportage! Ho capito, più che altro me la sono messa via, di spenderci molto. Il punto è che, essendo tirata di soldi-non è che sono povera, ma non ricca e sto sistemando casa!-, metterò via pian piano i soldi. Quindi metterò via pian piano i soldi. Non mi interessa Canon o Nikon, ma per le mie tasche non mi interessano altre marche(colpa degli ottici\obiettivi). La Nikon, in particolare, ha ricevuto la mia particolare attenzione. Ho letto che è buona sui colori, macro e nei paesaggi... a me piace molto la natura, fotografo praticamente solo questo, per via della vicinanza ai boschi! Amo i particolari che prende l'HDR, il MACRO! Grazie di quore e, per favore, FATEMI UNA SPESA TEORICA CHE DOVRò AVERE! budget 800-1000 euro!
  15. 1 punto

    Dall'Album Book Tania

    © andrea durazzi

  16. 1 punto
    Ciao a tutti! Sono una Make Up Artist appassionata di shooting fotografici. Sono ovviamente disponibilissimain caso ne abbiate bisogno!
  17. 1 punto
    Mi sono cimentato nello scrivere qualche suggerimento su come fare fotografie più belle con la chiara intenzione di rivolgermi esclusivamente i bambini ma in verità, buttando giù questi semplici appunti, ho capito che invece avrei dovuto parlare anche ai genitori. Questo non perchè questi ultimi siano necessariamente più talentuosi e capaci dei propri figli ma perchè credo che per un bambino ogni cosa diventa più semplice quando la condivide con i propri genitori. Allora questa semplice Guida di Fotografia è scritta per i bambini ma và letta sopratutto dagli adulti. Molte delle cose che troverete al suo interno forse le conoscete già e non è mia intenzione convincervi che leggendo questa guida diventerete dei bravissimi fotografi o, peggio, che per i vostri figli si apriranno così le porte della ricchezza e del successo. I suggerimenti contenuti in essa non possono promettervi tanto. Posso però garantirvi che tutto quello che leggerete vi sarà di grande aiuto per insegnare ai Vostri Bambini come imparare a Fotografare meglio. Considerate questa Guida / Manuale / Vademecum di Fotografia come un regalo da parte mia per i Vostri bambini che altro non potrà dare loro che sani stimoli costruttivi. Comunque vada di certo leggerla non farà male. Sicuramente molto meno di una merendina al cioccolato! SCARICA LA GUIDA DELLA FOTOGRAFIA PER I BAMBINI GRATIS Perchè non leggi la recensione sul SOLE24ORE?
  18. 1 punto
    la Terrazza Monte Meto è una terrazza privata panoramica che abiamo deciso di aprire a fotoamatori o a fotografi professionisti per dare la possibilità a tutti di poter scattare gratis fotografie panoramiche dalla sua terrazza con vista panoramica incredibile su Viareggio, la Versilia tutta, la costa Spezzina e ligure con veduta fino alla costa Livornese. Non sono richiesti contributi economici ma solamente un avviso telefonico di almeno 24 ore per permetterci di aprirvi la cancellata d'ingresso. Tutto sempre e solo dopo le 11 del mattino e solo nei giorni di Sabato e della Domenica, ovvero durante l'orario di chiusura del nostro locale di Botrici (Monte Meto) situato nel comune di Massarosa. Per informazioni telefonare al 339.4526157 (Sig. Prosperi)
  19. 1 punto
    Comprendere il concetto di esposizione fotografica: un primo passo per utilizzare la nostra macchina fotografica in modalità manuale. Molti amici mi confidano di essere stanchi di fotografare con la macchina fotografica impostata su "modalità automatica". Si sentono un pò frustrati nel farlo. Oltretutto non sono mai soddisfatti del risultato che ottengono nelle loro fotografie. Quello che vedono sulle foto, una volta scattate, non è esattamente quello che loro avevano immaginato anzi il più delle volte corrisponde esattamente al contrario di quello che loro si aspettavano di fotografare. Sono più scure o più chiare di quello che vedevano con gli occhi prima di scattare, sono mosse o sfocate e non ne capiscono il perchè. Tremano però, soprattutto per pigrizia, alla sola idea di imparare ad utilizzare la fotocamera in "modalità manuale". Sostengono di non capirci nulla di quelle strane icone e di quei caratteri che leggono sui pulsanti della macchina fotografica e sulle ghiere degli obiettivi. Vorrebbero saperne di più ascoltando parole semplici, senza dover studiare approfonditamente la materia. Vorrebbero conoscere meglio quali sono le variabili principali che intervengono sul risultato finale di un'immagine fotografica senza dover dedicare grande impegno alla comprensione di questi concetti che di solito trovano esposti male. Per arrivare a comprendere quei simboli, numeri e codici o almeno per iniziare a capirci qualcosa di più, può bastare davvero poco. Qualche anno fa, partecipando in veste di docente ad una lezione di fotografia che stavamo svolgendo insieme ad un collega americano, ho avuto modo di scoprire da lui come l'uso delle metafore aiutano a capire meglio le cose anche nella fotografia. Con l'uso delle metafore si riesce ad apprendere le cose in maniera semplice lasciandole bene impresse nella mente. Agli americani piace molto rappresentare le cose usando la propria immaginazione e ponendole su un piano di realtà quotidiana. Ho apprezzato molto questo insegnamento e, quando capita, provo a metterlo in pratica ispirandomi a loro. Per fare cosa gradita ai miei amici e sperando di farla anche a chi segue il forum fotografico di studio154 ho voluto provare ad utilizzare alcune metafore, anche divertenti, per spiegare meglio il concetto di "esposizione fotografica". In effetti è questo il punto di partenza per poter iniziare a fotografare rendendosi conto esattamente di quello che si sta facendo nel momento dello scatto e anche dopo. Il primo passo da fare, quindi, per incominciare a capirci qualcosa di più su come fotografare è quello di comprendere. interiorizzandolo, il concetto di "esposizione fotografica" che è poi il meccanismo che sta alla base della ripresa fotografica tout-court. Come sempre capita a chi fa fotografia in maniera meccanica, guidato dall'istinto perchè lo fa da molto tempo, non è mai stato facile per me spiegare con parole semplici i concetti base della ripresa fotografica. Li considero scontati e mi viene difficile capire che ad altri, che non fanno questo lavoro, potrebbero invece apparire molto ostici all'inizio e difficili da capire. Quelle che ho "figurato" qui di seguito sono, ovviamente, soluzioni semplici, elementari e mirate semplicemente a fornire magari degli stimoli per poi magari approfondire meglio l'argomento. Leggendo le 3 metafore che troverai qui di seguito non è detto che diventerai necessariamente un fotografo provetto ma stai pur certo che, oltre a divertirti, assimilerai nel migliore dei modi il concetto di esposizione fotografica e scoprirai in maniera immediata quale è il significato di alcune di quelle "misteriose" icone che trovi sulla tua fotocamera e che influiscono sulla qualità delle tue fotografie. Incominciamo! 3 Metafore fotografiche per imparare a fotografare bene divertendosi Dai un'occhiata al triangolo che trovi sotto e memorizzalo bene. Ad ognuno dei 3 angoli ho fatto corrispondere rispettivamente i 3 fattori che intervengono nella ripresa fotografica e dunque nell' esposizione fotografica. Queste sono le 3 variabili principali che influiscono sul risultato di una fotografia dal momento in cui la luce, riflessa dal soggetto che staimo fotografando, entra nella fotocamera per essere poi catturata e impressa sulla pellicola o sul sensore della nostra macchina fotografica digitale. Cerchiamo di capirci di più. Incominciamo con l'assegnare una definizione compiuta ai 3 punti: 1. ISO - È una unità di misura. Rappresenta la sensibilità della pellicola e/o del sensore fotografico. Cioè la capacità del supporto di destinazione dell'immagine di catturare la luce. Esistono infatti sensori e pellicole più sensibili alla luce e altri meno sensibili (es. 100 ISO, 400 ISO e così via). Più alto è questo valore più capacità di catturare la luce è il supporto utilizzato. INFLUISCE SULLA GRANA: + ISO = + GRANA 2. APERTURA - Indica l'area attraverso la quale passa la luce per attraversare le lenti dell'obiettivo fotografico. È regolabile manualmente attraverso il diaframma, posto all'interno delle lenti, che si apre e si chiude lasciando passare più luce o meno luce. Si controlla dalla ghiera dell'obbiettivo della macchina fotografica. Più alto è il valore numerico dell'apertura e più stretta è l'area di passaggio della luce. Un valore [f:16] farà passare meno luce attraverso la lente mentre viceversa un valore di apertura del diaframma [f:2,8] lascerà un'area d'ingresso maggiore alla luce facendone passare in quantità maggiore. INFLUISCE SULLA PROFONDITA' DI CAMPO*: + APERTURA = - PROFONDITA' DI CAMPO* *Messa a fuoco 3. VELOCITA (velocità di scatto o dell'otturatore) - Misura il tempo di apertura dell'otturatore. L'otturatore è uno strano – delicatissimo – "sipario" che si apre e si chiude molto velocemente ed è posto, di solito, dietro l'obbiettivo fotografico. A volte l'otturatore si trova all'interno della lente ma questo accade solo su macchine fotografiche professionali molto particolari. La velocità di otturazione, dunque, indica la velocità di apertura/chiusura della tendina e può essere impostato manualmente su tempi velocissimi o anche lentissimi: ad esempio 1/1000", 1/500" oppure 1' (rispettivamente, in lettere, un millesimo di secondo, un conquecentesimo di secondo, 1 minuto) e così via. INFLUISCE SUL MOSSO: + VELOCITA' = - MOSSO È tutto chiaro? Spero proprio di sì! Il meccanismo della fotografia alla fin fine è proprio questo: La luce viene riflessa dal soggetto (senza luce non esiste la fotografia ) La luce passa attraverso l'obiettivo (apertura) La luce attraversa l'otturatore (velocità) La luce impressiona la pellicola e/o il sensore digitale (sensibilità ISO) Adesso entriamo nel vivo della questione e vedrai che tutto diventerà, magicamente, molto più chiaro! Eccoci arrivati alle 3 metafore di cui ti ho parlato all'inizio esposte una per una. Leggerle ti aiuterà moltissimo a comprendere il significato di ciò che stiamo trattando. A - METAFORA n. 1: La finestra Se mentre stai leggendo questo articolo sei a casa, in ufficio o comunque in un ambiente chiuso ti verrà facile mmaginare che la stanza nella quale ti trovi adesso è una "macchina fotografica". Tu ci stai dentro, anche tu fai parte della "fotocamera". I tuoi occhi, quello che vedi, rappresentano esattamente il supporto di destinazione dell'immagine finale (la pellicola/il sensore). La finestra attraverso la quale passa la luce è "l'obiettivo/apertura" della tua "fotocamera". La tenda/persiane rappresentano l'otturatore della macchina fotografica I tuoi occhi (le retine, per essere precisi) sono adesso la pellicola/sensore. È qui che verrà impressa la fotografia. Quindi: 1A. L'APERTURA - È rappresentata dalla dimensione fisica della finestra. Più grande è la finestra e più luce passa attraverso di essa. E viceversa. 2A. LA VELOCITA DELL'OTTURATORE (velocità di scatto) - È rappresentata dal tempo di apertura delle persiane o delle tende che filtrano la luce. Agendo su queste, aprendole e chiudendole, assegniamo alla luce più tempo o meno per illuminare la stanza. 3A. ISO (sensibilità) - Fai finta di avere sulla tua scrivania 3 o 4 montature diverse di occhiali da sole ognuna di queste con lenti più scure e meno scure sino ad arrivare alla trasparenza. Indossando gli occhiali con le lenti più scure i tuoi occhi saranno meno sensibili alla luce e quindi ci vorrà maggiore quantità di luce per farti vedere meglio. Accadrà il contrario se indosserai le lenti più chiare. Ovvio no? A mio parere questo dovrebbe esprimere abbastanza bene il concetto di sensibilità. All'interno della fotocamera accade esattamente quello che sta accadendo nella tua stanza: l'obiettivo fotografico (apertura) è rappresentato dalla finestra, le persiane rappresentano l'otturatore e i tuoi occhi sono la pellicola/sensore che cattura l'immagine. Combinando bene questi 3 elementi la visione sarà perfetta! B - METAFORA n. 2: L'Abbronzatura Questa, a mio parere, è la metafora più carina e più seducente. Ti sei mai chiesto perchè alcune persone per abbronzarsi hanno bisogno di esporsi al sole per molti giorni e altre invece diventano nerissimi nell'arco di poche ore o al massimo di pochi giorni? La risposta è ovvia, dirai, ci sono pelli più sensibili alla luce e altre meno sensibili. Cosa c'entra tutto questo con l'esposizione fotografica? C'entra perchè anche in questo caso, come nella fotografia, per ottenere una buona abbronzatura intervengono variabili, metaforicamente parlando, molto simili a quelle fotografiche: 1B. ISO (sensibilità) - Può essere benissimo rappresentata dall'analogia con la sensibilità della nostra pelle di assorbire i raggi del sole. 2B. LA VELOCITA DELL'OTTURATORE (velocità di scatto) - Questa variabile può essere associata alla durata e alla quantità di tempo che dedichiamo ad esporci al sole. 3B. L'APERTURA - Hai presente le creme per proteggere la pelle dalle ustioni solari? Queste di solito hanno una "gradazione". Più alto è il valore della protezione assegnato alla creama più la pelle rimarrà protetta assorbendo meno luce. E viceversa. La nostra abbronzatura, dunque, dipende dalla sensibilità della nostra pelle (ISO), dal tempo di esposizione alla luce solare (VELOCITA'), e dal fattore di protezione della crema che utilizzeremo per proteggerci dai raggi del sole (APERTURA). C - METAFORA n. 3: Il tubo per innaffiare L'esempio del tubo per innaffiare le piante di casa è, secondo me, quello un pò più difficile da assimilare. Molti però sostengono che questo esempio è uno dei migliori per rendere davvero bene l'idea del concetto di esposizione fotografica. In effetti sono anch'io convinto che non esistono metafore migliori di altre per esprimere un concetto o per fornire spiegazioni sulle cose. Tutt'e tre le metafore, a mio parere, vanno benissimo! Poi come queste vengono percepite da chi le legge è davvero una cosa molto soggettiva. Vediamo cosa ne pensi tu: Immaginiamo un tubo di plastica, quelli che si usano per annaffiare il nostro giardino o le piante in balcone oppure per lavare la nostra macchina. Per potrelo utilizzare attaccheremo il nostro tubo ad un rubinetto che abbia il diametro adatto per poter inserire il tubo. Fatto questo bisognerà aprirlo dando tempo all'acqua di attraversarlo tutto prima di uscire fuori e svolgere la sua funzione. 1C. ISO (sensibilità) - La pressione dell'acqua che scorre nel tubo illustra bene il concetto di sensibilità. Se la pressione è bassa l'acqua scorrerà più lentamente. E viceversa. La "sensibilità" quindi sarà maggiore o minore a seconda della pressione dell'acqua. 3C. LA VELOCITA DELL'OTTURATORE (velocità di scatto) - Questa variabile è associabile alla lunghezza del tubo. Cioè al tempo che impiega l'acqua a percorrerlo tutto. Più lungo sarà il tubo più tempo impiegherà l'acqua ad uscire. 3C. L'APERTURA - È rappresentata dalla larghezza (diametro) del tubo in cui scorre l'acqua. Conclusione Bene, non so quanto ti possano avere aiutato queste 3 metafore a capire meglio il concetto di esposizione e quanto contribuiranno a migliorare i tuoi scatti fotografici, sono però certo di una cosa: leggendo queste metafore non ti sarai annoiato come di solito accade quando si leggono alcune noiosissime disquisizioni sulla fotografia. Magari non ci avrai capito nulla e, involontariamante, ti avrò ho reso ancora più difficile la comprensione di questo tema. A me sembra tutto chiaro. Ma ho un dubbio: non è che anch'io soffro della sindrome del "fotografo/genio" che non riesce più, dall'alto della sua onniscenza, a "parlare come mangia (o magna)"? Se hai qualche idea, qualche dubbio, qualche domanda specifica sull'argomento oppure, più semplicemente, ti va di esprimere il tuo parere puoi rispondere direttamente a quasta discussione. Grazie per la pazienza che mi riservi nel leggermi! Elio Ovviamente ti invito a seguirmi su questo Forum (basta registrarsi) oppure seguimi su Facebook che utilizzo per fornire aggiornamenti e novità sul mio lavoro e sugli articoli del mio blog.
  20. 1 punto
    Ciao appena arrivata, ho preso una macchinetta compatta per il lavoro ma mi sto appassionando alla fotografia, sono proprio all'inizio siate clementi
  21. 1 punto

    Dall'Album Portfolio Andrea Sgambelluri

    © Andrea Sgambelluri (Andre's)

  22. 1 punto

    Dall'Album Portfolio Andrea Sgambelluri

    © Andrea Sgambelluri (Andre's)

  23. 1 punto
  24. 1 punto

    Dall'Album ...Elements...

    © © Paolo Lombardo

  25. 1 punto
    Creare un Album Fotografico in questo Forum Pubblicare una presentazione all'interno delle Nostre Gallerie Fotografiche nel Forum della Fotografia Professionale è facile e ci vuole meno di un minuto. Se parliamo di lavoro, c'è più di una ragione per inserire le proprie immagini all'interno del nostro Forum (ed in genere in tutti i forums e nei siti qualificati che si trovano sul web). E sono tutte vantaggiose e sopratutto a favore di chi le pubblica. Noi abbiamo creato un' area apposita per offrire l'opportunità a quanti fanno fotografie, e/o a chi con le immagini ci lavora, dove poter "esporre" i propri lavori. Il servizio è assolutamente GRATUITO e NON è in alcun modo impegnativo. Proprio per essere chiari e più trasparenti possibile abbiamo stilato un semplice e breve elenco di risposte ad alcune domande che ti potresti porre prima di decidere di creare il tuo Album Fotografico. Leggile con attenzione se hai dei dubbi e comunque prima di decidere di pubblicare le tue immagini! La pubblicazione dell'Album Fotografico è gratuita? Sì! Assolutamente sì! La Galleria Fotografica di questo Forum non ha fini di lucro ed è stata creata al solo scopo di far crescere la comunità Quali vantaggi ho a creare un album fotografico? Il primo vantaggio è quello di renderti visibile (GRATUITAMENTE) a tutti i visitatori del Forum oltre che allo staff. Partecipare ad un Forum vuol dire condividere le proprie esperienze potendo fare tesoro del parere e del giudizio degli altri utenti. Il confronto, quasi sempre, non può far altro che fare bene per crescere e migliorare. Un altro vantaggio, molto concreto e da non sottovalutare, è quello che, pubblicando un Album di Fotografie, puoi favorire significativamente la rintracciabilità dei tuo lavori sul web. I motori di ricerca amano moltissimo le immagini e tendono ad indicizzarle dando loro grande rilievo. Questo vuol dire che il nome dell'autore, il titolo dell'immagine e altri elementi che la corredano diventano oggetto e soggetto dei motori di ricerca. Se le tue immagini sono pubblicate in maniera corretta, con il titolo appropriato e attinente, con una descrizione etc. verranno elencate nelle categorie specifiche di appartenenza e saranno quindi visibili (rendendoti visibile) a chiunque stia ricercando quello specifico soggetto trattato dall'immagine. Come posso gestire il mio Album Fotografico personale? Per creare, gestire, organizzare e pubblicare il tuo Album Fotografico sarà sufficiente accedere al Forum (se non possiedi un account la prima volta dovrai crearlo) ed accedere all'Area delle Gallerie Fotografiche Una volta creato il tuo Album Fotografico potrai sempre e in qualsiasi momento modificarlo, nasconderlo, limitarne l'accesso e la visibilità ed eventualmente cancellarlo. Cosa devo fare per rendere la pubblicazione del mio Album Fotografico personale più efficace e vantaggiosa per me? È facile! Il nostro sistema di pubblicazione ti aiuterà molto in questo. 1. Inserisci sempre un titolo che abbia senso compiuto e che dia significato all'immagine. Evita di pubblicare le tue foto con i titoli attribuiti automaticamente dalla fotocamere (numeri e sigle tipo "DCS1025" o cose del genere). 2. Scrivi sempre chi è l'autore. Questo oltre a personalizzare inquivocabilmente l'immagine aumenterà le possibilità che il tuo nome diventi maggiormente visibile e rintracciabile nel web. Meglio se al nome si abbina un titolo professionale (es. "marco fotografie" oppure "marco fotografo") 3. Inserisci un testo descrittivo dell'immagine. Anche breve ma che sia attinente e magari utilizzando le parole chiave che la descrivono. Questo rafforzerà l'effetto dell'inidicizzazione delle fotografie e le renderà più "simpatiche" ai robots che vano alla loro ricerca. Ad esempio se pubblichi una foto di un paesaggio di montagna abbi cura di Pubblicando le mie immagini cedo i relativi diritti alla pubblicazione (parziali o totali) a Studio154? No, assolutamente NO! Non cedi alcun diritto e gli Amministratori del Forum non potranno in alcun modo utilizzare le tue immagini al di fuori dell'area del Forum senza il tuo esplicito consenso scritto. Ricorda che puoi anche "marcare" le tue immagini inserendo un "watermark" che le renderà inutilizzabili ad altri. Il nostro obbiettivo, come ti abbiamo già detto, è solo ed esclusivamente quello di veder crescere la nostra comunità per renderla partecipata e utile a tutti coloro che vi parteciperanno. I diritti sulle tue fotografie rimarranno per sempre e solo tuoi! Come faccio a pubblicare le mie fotografie? Guarda il filmato che trovi sotto. L'abbiamo preparato apposta per rendere più facile la procedura di creazione dell'album e della pubblicazione. Dura circa 2 minuti e ti renderà più semplice il percorso: Se non riesci a vedere il filmato questo può dipendere dai server di Vimeo. Per ovviare a questo problema prova a copiare e incollare questo codice nel tuo browser: Se possiedi il tuo account personale accedi da qui per iniziare a pubblicare. Se non ti sei ancora registrato dovrai farlo con una semplice procedura cliccando su questo link
  26. 1 punto
  27. 1 punto
    Nome file: Curriculum Autore del file: GASGASGAS File inserito: 07 gen 2013 Categoria del file: Curricula Personali Il mio curriculum vitae, sono un ragazzo amante della fotografia che cerca lavoro come fotografo o assistente fotografo. Clicca qui per scaricare il file
  28. 1 punto
    Leggevo il bellissimo articolo, su In cosa si distingue un Fotoamatore (o Fotografo Dilettante) da un Fotografo Professionista? e mi sono fermato a riflettere sulla domanda finale.... il perchè...... Bene, io non lavoro in un contesto direttamente legato alla fotografia, ma diaciamo che possiamo inquadrarlo genericamente in qualcosa di simile. Bene, nel mio ambiente la situazione è analoga, e a nessuno piace essere chiamato dilettante. Il perchè è, a mio parere, fortemente legato all'autostima delle persone, ma anche al fatto che in determinati ambienti è necessario rinforzare il proprio titolo con dei termini come Professionista o simili.....
  29. 1 punto
    Per rispondere fattivamente alle richieste di Presentazione di Curricula e per fare in modo che il loro invio possa essere il più efficace possibile abbiamo allestito uno spazio apposito all'interno di questo Forum dove poterli caricare. Offriamo inoltre un'opportunità unica per presentare il proprio curriculum attraverso la creazione e la pubblicazione di una Pagina Web Personalizzata da gestire in completa autonomia. È una lista pubblica, visibile a tutti, dove, ogni volta che se ne presenta l'occasione, indirizziamo le richieste di personale che ci vengono rivolte dai nostri clienti e dove noi stessi di Studio154 attingiamo per reperire i collaboratori. Può certamente essere una buona occasione per tutti per presentarsi in maniera più efficace. Abbiamo fatto questa scelta nella speranza di poter essere veramente d'aiuto. Non avrebbe senso immagazzinare e archiviare curricula anonimi in uno dei tanti cassetti con il rischio di farli cadere nel "dimenticatoio". L'inserimento nella nostra lista è ASSOLUTAMENTE GRATUITO ED È PER SEMPRE. Allora inizia così. Segui la procedura che trovi sotto: (NOTA: per essere inserito(a) nella nostra lista non è necessario portare a termine tutt'e 3 i punti sotto elencati anche se te lo consigliamo vivamente.) 1. Incomincia importando il tuo Curriculum Personale (va bene un pdf, un file di word zippato). Una volta importato copia il link e collegalo alla tua Pagina Personale (vedi punto 2) Importa ORA il tuo Curriculum nella Sezione "Curricula Personali" 2. Pubblica la tua Pagina Personale. Puoi associarla con un Link Diretto al tuo Blog o al tuo Sito Web potenziando così la loro visibilità. Puoi personalizzarla a piacere, per esempio, inserendo immagini, filmati e tutto ciò che desideri. Puoi inserire il collegamento ad un Album di Immagini (vedi punto 3). Clicca qui per creare ORA la tua Pagina Personale 3. Per rendere più efficace la tua inserzione crea il tuo Album Personale pubblicando le tue immagini preferite. Clicca qui per creare ORA il tuo Album Fotografico Bene, hai fatto. Ricorda, è importante ribadirlo, è tutto ASSOLUTAMENTE GRATIS e istantaneo!
  30. 1 punto
    Ciao! Per creare la maschera dalla selezione che hai fatto, con il livello "da mascherare" attivo, devi premere il terzo pulsante a dx che si trova in basso alla palette livelli. Per restringere il campo di tonalità della maschera, devi selezionarla cliccandoci sopra penendo premuto il tasto alt e modificarla usando livelli o curve. Il problema è che con l'immagine che hai postato, la selezione della parte che ti interessa è composta da toni che sono presenti in altre zone dell'immagine, quindi non sarà molto precisa.
  31. 1 punto
    Ah, dimenticavo. Devi comunque usare le opzioni di fusione avanzate per lasciare il nero "trasparente" Ciao!
  32. 1 punto
    Ti riferisci all'uso delle famigerate "Curve di Bezier"? Croce e delizia dei programmi per la gestione dei vettori... Potrebbe esserti utile un video del genere: Ovviamente partendo da lì ne trovi molti altri ancora...
  33. 1 punto
    qualche idea idea merito a quello che riguarda i social network specialuzzati in fotografia? li usate?
  34. 1 punto
  35. 1 punto
  36. 1 punto
    Ciao a tutti. Ho cercato un po su google ma non ho trovato delle fonti specifiche e gratuite su quello che riguarda la fotografia per bambini. Si, c'e qualche libro, ma nulla direalmente consultabike online. secondo me una guida fatta bene, magari con qualche disegno scematico ed esempi comprensibili, potrebbe interessare a molti genitori appassionati che vogliono iniziare i propri pargoli alla fotografia. Molti bambini guardano con estremo interesse a questa tecnica ed effettivamente potrebbero averne notevole giovamento in futuro. Magari un corso con appuntamenti settimanali che vada ad affrontare nello specico i vari argomenti principali. Lo so che e' un lavoro lungo, ma potrebbe essere uno stimolo ad inserire contenuti freschi nel nuovo forun. Un saluto
  37. 1 punto
    Da questo deduco che hai capito bene di cosa stiamo parlando. In effetti la regola dei 3/4 stop di scarto va applicata anche in questo caso... si dovrà quindi avere cura di non inquadrare il soggetto su uno sfondo molto chiaro e/o molto luminoso ma scegliendone uno che come scarto di eposizione rientri nei valori suddetti. Se noti bene infatti si parlava di "ombrellone" translucido termine con il quale intendevo che comunque avrebbe dovuto far passare una certa quantità di luce. Meglio se chiaro per evitare le dominanti di colore. E' davvero difficile declinare in poche parole tutte le variabili che intervengono in questo tipo di ripresa che rappresenta sempre in effetti una condizione molto critica. Dovremmo parlare di flash e/o di luce artificiale di supporto come di pannelli di schiarita da mettere davanti al soggetto ma il discorso si allarga... Vale sempre la regola dei 3/4 stop di differenza (che in alcuni casi può salire anche sino ad un valore di 7 punti) Se ti va comunque facciamolo...
  38. 1 punto
    Un'Area dedicata a tutti gli appassionati di Fotografia, ai Fotografi Professionisti ai Fotoamatori e agli Studenti di Fotografia. Guide, Manuali, Report e Articoli Fotografici da Scaricare Gratuitamente.
  39. 1 punto
    Backstage Produzioni Shooting Fotografici Campagna Pubblicitaria per Bulgari e Save the Children + Editoriale per Vanity Fair Set Fotografico in Location esterna, a Roma Fotografo: Fabrizio Ferri - IT Produzione: Studio154 Calebrity: Alba Rohrwacher, Vinicio Marchioni, Valeria Golino, Giorgio Pasotti, Vittoria Puccini, Francesca Neri, Micaela Ramazzotti, Paolo Briguglia, Marco Giallini, Diane Fleri, Michela Cescon, Piera Degli Esposti, Beppe Fiorello e molti altri... Questo Novembre abbiamo ospitato il fotografo Fabrizio Ferri e la Fondazione Bulgari per la realizzazione di una serie di ritratti di attori e attrici che hanno posato a sostegno di Save The Children. Backstage del Servizio Fotografico: (clicca su una qualsiasi delle icone per ingrandire e sfogliare le immagini del backstage) Fabrizio Ferri, contestualmente al servizio fotografico per Bulgari, è stato incaricato di fotografare gli attori più in vista del cinema italiano per un editoriale di Vanity Fair. Backstage del Servizio Fotografico: (clicca su una qualsiasi delle icone per ingrandire e sfogliare le immagini del backstage) Noi di Studio Fotografico - Studio154 (www.studio154.it) abbiamo con piacere fornito a Fabrizio e al suo staff l'Attrezzatura Fotografica e l'Assistenza in Location per la produzione delle immagini pubblicitarie di questa nuova campagna. Il Fotografo Fabrizio Ferri per illuminare il Set Fotografico per Bulgari ha scelto di utilizzare i potenti Flash Fotografici Profoto Pro7A accessoriandoli con diffusori Profoto Softbox Octa e Beauty Dish. Per il Set Fotografico per Vanity Fair il fotografo ha scattato tutte le fotografie a luce naturale, senza l'ausilio di falsh o sistemi di illuminazione aggiuntivi, in uno spazio all'aperto. Per immortalare i molti divi del cinema e dello spettacolo, testimonial della campagna, ha utilizzato l'eccezionale Canon 5D Mark II, fotocamera digitale con sensore da 22,1 Mp che ha la grande capacità di realizzare anche video in alta definizione. Questa Macchina Fotografica, è presente nel nostro Catalogo delle Attrezzature Fotografiche a Noleggio, assieme ai flash Profoto e agli altri accessori utilizzati da Fabrizio. L'assistente digitale acquisiva le fotografie scattate con la fotocamera Canon attraverso il software Capture One che permette in tempo reale di gestire su di un qualsiasi computer il flusso di lavoro di tutte le fotocamere digitali, permettendo di acquisire, selezionare e modificare le foto in tempo reale. Lo Studio Fotografico Studio154 si conferma anche in questa occasione come una realtà di alta caratura nel settore Fotografico offrendo i Migliori e più Prestigiosi Servizi e Prodotti per la Fotografia garantendo i massimi livelli di professionalità .
  40. 1 punto
    Fotografia Digitale I Sensori delle Fotocamere Digitali Fino a qualche tempo fa, gli unici "sensori" alla portata dei comuni mortali erano costituiti da un contenitore metallico a tenuta di luce in cui era avvolta una lunga striscia di plastica, sulla quale potevamo imprimere fino a ben 36 immagini. Giusto! Stiamo parlando della pellicola fotografica. Senza dilungarci troppo in mielosi e nostalgici ricordi da camera oscura, la pellicola era, appunto, un supporto rivestito da uno o più strati di gelatina (a seconda che si trattasse di pellicola b/n o colore) contenente il materiale fotosensibile vero e proprio: cristalli di alogenuro d'argento che, a livello atomico, si trasformavano in argento metallico quando esposti alla luce proveniente dalle lenti di un obiettivo formando la cosiddetta "immagine latente". Perchè questa potesse rivelarsi, dovevamo sottoporre il nostro rullino ad un successivo trattamento di sviluppo. Una volta ottenuto il nostro negativo (o positivo, a seconda del tipo di pellicola e trattamento), si poteva infine ottenere una stampa o una scansione. Oggi, grazie alle capacità di un ingegnere dell'azienda che dominava il mercato delle pellicole (Eastman Kodak), i sensori fotografici digitali hanno ormai completamente sostituito la pellicola in ogni ambito, equipaggiando una miriade di dispositivi, dal telefonino al megagalattico dorso Phase One IQ180 con sensore da 80 (dicasi "ottanta") Megapixel. Ma come funzionano questi sensori e come hanno fatto a cambiare così radicalmente le nostre abitudini fotografiche? Cercando di snellire quanto possibile i concetti e azzardando anche un breve parallelo con la pellicola, possiamo dire che se questa era uno o più strati di materiale sensibile alla luce, oggi è un insieme di recettori fotosensibili collocati ordinatamente su di una superficie bidimensionale. Sorvolando (per il bene della scorrevolezza della lettura) sul tipo di tecnologia dietro questi foto recettori (CCD e CMOS), possiamo dire che nella stragrande maggioranza dei casi ciascuno di questi contribuisce alla formazione dell'immagine con "un" pixel. Più nello specifico, ciascuno dei pixel che compone il sensore misura la luce che passa attraverso le lenti dei nostri obiettivi e produce una carica elettrica proporzionale che indica uno specifico valore di luminanza, senza peraltro essere capace di registrare alcuna informazione sul colore. Come si fa, allora, ad ottenere un'immagine a colori visto che, in questa fase iniziale, ciò che il nostro sensore vede è, di fatto, un immagine in bianco e nero o, per essere precisi, in scala di grigio? Beh, molto ingegnosamente, si pone davanti al sensore uno strato che alterna sui pixel filtri di colore rosso, verde e blu che, nell'arrangiamento inventato da un certo signor "Bayer" (sempre un dipendente del colosso giallo) i verdi sono il doppio dei rossi e dei blu. Se vi state domandando il perchè di questa proporzione, sappiate che i nostri occhi sono più sensibili al verde. Altri schemi sono possibili, tuttavia il Bayer sembra essere quello più utilizzato. Pattern Bayer (fonte Wikipedia.org) Facendo quindi un primo punto del processo di formazione dell'immagine digitale, possiamo dire che la nostra fotocamera registra il livello di luminosità captato da ciascun pixel e le caratteristiche del filtro. Come si arriva quindi a qualcosa che possiamo percepire come "colore" vero e proprio? Questo è il compito di un processo detto "demosaicizzazione" o, per fare gli anglofoni "demosaicing". Esso avviene internamente alla fotocamera o, in modo più controllabile, in un software di conversione come Lightroom o Capture One, i quali ricavano le informazioni mancanti a ciascun pixel per poter rappresentare l'effettiva sfumatura di colore "vista" calcolandole dai suoi vicini. Dopo aver applicato alcuni altri parametri tra cui bilanciamento del bianco, gamma, riduzione rumore etc., possiamo finalmente goderci sul display della nostra fotocamera o sul monitor del nostro computer la nostra agognata immagine che, in una frazione di secondo, è passata attraverso una complessa serie di trasformazioni per essere visualizzata e, se vogliamo, memorizzata. Buone foto a tutti! Stefano Frequenta uno dei nostri Corsi Professionali Diventerai un esperto, Super-velocemente! Se vuoi imparare ad avere il controllo sulle tue immagini, migliorarle e presentarle nei modi migliori con Adobe Lightroom, Questi Corsi di Fotografia sono per te!
  41. 1 punto
  42. 1 punto
  43. 1 punto
  44. 1 punto
  45. 1 punto
  46. 1 punto
  47. 1 punto
  48. 1 punto

    Dall'Album Galleria USA

    Universal CityWalk, Los Angeles, CA

    © ©Stefano Costa

  49. 1 punto

    Dall'Album Galleria USA

    Walt Disney Concert Hall, Los Angeles, CA

    © ©Stefano Costa

  50. 1 punto
    Oltre 200 prodotti e Servizi per il Fotografo, per il fotoamatore, per lo studente di Fotografia, e per tutti gli appassionati. Ma anche per i privati e per le aziende che hanno bisogno di realizzare un Servizio Fotografico d'eccellenza! Attrezzature, Studi Fotografici e Servizi. Completo e CON PREZZI CHIARI! Nel Catalogo del Noleggio Fotografico trovi tutto quello che serve al Fotografo per realizzare un Servizio Fotografico Professionale e per ottenere risultati di Alta Qualità. A costi accessibili a tutti, senza dover spendere un capitale, puoi avere a tua disposizione Spazi Allestiti ad-hoc per i Fotografi (Studi Fotografici, Sale di Posa, Studio Fotografico Daylight, Limbo Fotografico etc.). Puoi inoltre Noleggiare Attrezzatura Fotografica Professionale di Massima Qualità pagando solo il tempo dell'utilizzo e risparmiando quindi migliaia di euro. Tienilo sempre d'occhio! Il nostro catalogo è costantemente aggiornato ed arricchito da nuove Offerte di Noleggio Attrezzature a Prezzo Speciale e delle relative schede tecniche. La qualità del tuo lavoro migliorerà in maniera evidente regalando maggiore soddisfazione a te e al tuo cliente. Tutto quello che trovi nel nostro Catalogo è adatto anche ai Fotoamatori, agli Studenti di Fotografia, agli appassionati o addirittura a chi desidera realizzare un Servizio Fotografico per una qualunque ragione. Personale specializzato ti guiderà nella scelta migliore razionalizzando i costi e ottimizzando il risultato del tuo Servizio Fotografico. Scarica subito il Catalogo Completo di Prezzi del Noleggio Fotografico per scoprire tutte le offerte speciali e le tante promozioni. Ricorda se preferisci puoi anche Consultare il Catalogo del Noleggio Fotografico Online con tutti i Prezzi aggiornati!
×
×
  • Crea Nuovo...

Avviso Importante

Questo forum utilizza i cookies per aiutarti a fruire meglio i contenuti. I tuoi dati personali sono al sicuro, non saranno mai ceduti a terzi o utilizzati per fini non leciti. Se desideri disabilitarli puoi farlo modificando le impostazioni del tuo browser, in caso contrario darai il tuo consenso al loro utilizzo. Clicca sul pulsante per accettare e nascondere questo avviso.