Jump to content
Forum di Fotografia Professionale
Sign in to follow this  

Quanto costa un Fotografo?


Elio

Quando si inizia a fare il Fotografo capita spesso che, pur di farlo, pur di mettersi alla prova, si scende a compromessi, per così dire, poco convenienti se non addirittura del tutto sconvenienti.

Il proprio lavoro e le proprie conoscenze vengono "svendute" o addirittura "regalate" con l'alibi e nella speranza che quella fatica (gratuita) verrà in futuro in qualche modo ripagata.

In parte è comprensibile.

Ancora non si è avuto tempo di acquisire sicurezza ed esperienza sufficiente ad evitare i tanti "tranelli" che il mercato tende.

È capitato a tutti, anche a me, quindi nulla di particolarmente scandaloso!

Fotografi, perchè non svendersi?

5 buoni suggerimenti per sopravvivere alla Fotografia

Se però qualcuno, quando ho iniziato, mi avesse fornito qualche valido consiglio e qualche valido suggerimento magari avrei risparmiato un pò di tempo prima di arrivare a comprenderlo da solo sulla mia pelle.

Voglio allora provare a condividere con te alcune idee che si sono consolidate in me, nel tempo, e delle quali oggi sono fermamente convinto.

Non pretendo di dettarti regole e "comandamenti" voglio solo aiutarti a riflettere su alcuni atteggiamenti che potresti inconsapevolmente assumere e che potrebbero danneggiarti.

1. Evitare di sottovalutarsi per guadagnarne in autostima

Evidentemente se ci siamo messi alla prova e ci stiamo dedicando a svolgere il nostro lavoro di Fotografo vuol dire che ci consideriamo in grado di poterlo fare.

Magari abbiamo studiato e abbiamo già superato alcune prove pratiche che ci hanno dimostrato che siamo in grado di farlo.

Questo è importante poichè, viceversa, rischieremmo di essere un più megalomani che fotografi.

Se ci "mettiamo in gioco" vuol dire, quindi, che ci consideriamo bravi o almeno bravini.

Se siamo "coscientemente" convinti di questo dovremo anche sapere che, in giro, ci stanno tanti Fotografi più bravi ed esperti di noi. Questo servirà a farci stare con i piedi per terra e a farci fare una ragionevole valutazione economica del nostro lavoro confrontandola con quella di altri.

Allora, ragioniamo: se qualcuno ci chiama per fare un lavoro vuol dire che ne ha bisogno e che, tutto sommato, riconosce la qualità del nostro lavoro e le nostre capacità.

Non siamo allora da buttare via!

Questo aiuta a far crescere la propria autostima e ad evitare di sottovalutare le nostre possibilità.

2. Badare sempre, sin dall'inizio, alla propria reputazione

Sottovalutarsi una volta, e quindi svendersi, fa correre il rischio, quasi certo, di continuare a farlo per parecchie volte ancora.

Chi suggerirà il tuo nome a colleghi e amici parlerà loro del tuo "prezzo basso" e di quanto costi poco.

Di solito "i procacciatori d'affari" si fanno forti della loro furbesca capacità di "abbattere i costi".

Una svista del genere basterà a posizionarti in una fascia economica bassa e sarà difficile e faticoso convincere il tuo nuovo cliente su un eventuale "aumento dei prezzi" che vorrai applicare ai tuoi futuri servizi fotografici.

Meglio quindi rinunciare ad un lavoro oggettivamente sottopagato che non correre questo rischio.

3. I Clienti cattivi non ti faranno mai guadagnare

Esserti svenduto anche una sola volta e aver fatto girare la voce che costi poco attirerà tanti clienti cattivi che ti sceglieranno solo perchè costi poco e non per il tuo valore effettivo.

Questi giocheranno proprio sulla leva psicologica del ricatto economico e sfrutteranno al meglio le tue qualità.

Forse avrai qualche cliente in più ma dovrai dedicare maggiore fatica ottenendo bassissimo guadagno.

4. Dare l' addio alle Motivazioni

Quando ti renderai conto di lavorare di più guadagnando poco o nulla, prima o poi scatterà in te la molla della demotivazione.

Caleranno gli stimoli e ti passerà la voglia di fare il Fotografo con conseguenze magari più serie sul tuo stato psicologico e motivazionale.

Il vero rischio è di veder saltare tutto. Sogni, speranze e ambizioni.

Perdere l'entusiasmo per quello che si fa potrebbe rappresentare la fine della tua carriera.

5. Il confronto con gli altri

Accorgersi di aver lavorato tanto avendo fornito grande utilità al cliente ma non avendo guadagnato praticamente nulla, ti costringerà (inevitabilmente - è umano) a fare dei confronti con i colleghi che ti hanno preceduto e con chi ha lavorato al tuo fianco (modelle, truccatore,etc.).

Apprendere di aver guadagnato quanto o addirittura meno di una persona che ha oggettivamente lavorato meno, o quantomeno fornendo meno utilità o che ha addirittura lavorato peggio di te rischierà di farti cadere nello sconforto e la tua autostima andrà a farsi friggere.

CONCLUSIONE:

All'inizio di ogni carriera è comprensibile correre questo tipo di rischio. Si è ancora dubbiosi e incerti. Non si hanno grandi sicurezze.

L'importante è che questa fase non duri a lungo o che duri il meno possibile per poter limitare danni irreparabili.

Nel dubbio, sarà meglio rinunciare a qualche proposta di lavoro sconveniente per evitare di cadere nella rete di qualche cliente "furbacchione" ( e ce ne stanno!) che di sicuro prima o poi ti troverai ad incrociare sulla tua strada.

Una buona idea sarebbe quella di chiedere aiuto a qualcuno più esperto di te che possa consigliarti.

Il lavoro di Fotografo è un lavoro che si svolge, quasi sempre, da Free-lance o, quando e se le cose vanno un pò meglio, nella veste di libero imprenditore.

Se davvero vuoi fare seriamente questo lavoro tieni sempre conto di quelli che sono gli investimenti necessari per le attrezzature e per tutto il resto sommando a questi costi, ovviamente, le spese per tasse e oneri vari.

Il nostro, come qualunque altro lavoro, non può essere regalato perchè perchè nessun lavoro può essere svolto senza un equo e ragionevole profitto. A questo noi dedicheremo tutto il nostro tempo sottraendolo ad altre cose importanti della nostra vita.

Prosit!

Elio Leonardo Carchidi

Potrebbe interessarti leggere anche:

Diventare Fotografo Professionista

Come si diventa Fotografo

Lascia qui sotto un tuo commento su questo articolo!

Sign in to follow this  


User Feedback

Recommended Comments

Sono arrivata in ritardo sulla lettura, ma concordo e approvo!!!

Questo mi e' stato insegnato, questo porto stretto tra le mie nozioni e la mia voglia di iniziare un'attivita' sicuramente difficile ed impervia, soprattutto nel momento attuale.

Pero' siamo dei lavoratori, siamo dei creativi, siamo degli artisti e l'arte non va mai svenduta o regalata.

Eleonora

Share this comment


Link to comment
Share on other sites


Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.