Jump to content

Recommended Posts

Buongiorno a tutti,

vorrei avere una opinione da voi? :huh: :huh: :huh:

ho questo dubbio amletico... :unsure::wacko::blink: ed ogni volta che ne ho occasione faccio questa domanda a chi e' appassionato o meglio esperto di fotografia....

Forse e' un dubbio di quelli a cui mai si potra' dare una risposta risolutiva, insomma come cercare di definire se e' nato prima l'uovo o la gallina...

e premetto che forse, mi pongo questa domanda perche', non sono un'esperta di Photoshop e cerco di cantarmela da sola, ma il dubbio rimane e mi pervade dunque lo giro anche anche a voi...!!!

"Un Fotografo si puo' ritenere davvero tale se passa piu' tempo a post produrre le proprie immagini piuttosto che cercare la soluzione di luce ottimale per avere lo scatto PERFETTO o QUASI gia' in macchina???

Aspetto risposte illuminanti.... :P

Ciao Eleonora

Link to comment
Share on other sites

Posso rispondere facendoti a mia volta una domanda?

"Un fotografo si può ritenere davvero tale se passa più tempo in camera oscura a schermare/bruciare/ecc... piuttosto che cercare la soluzione ottimale?"

William Eugene Smith non veniva forse considerato un "Maestro"? Eppure in camera oscura aveva la mano pesante.

Io, e qui si va sul personale e quindi opinabile, considero lo scatto "perfetto" quando mi consente di fare poi ciò che ho in mente in PP. Ovviamente molto dipende dalle applicazioni e dalla destinazione della foto. Generalizzare è difficile, ma credo che la scelta sia più estetica che tecnica. Nel senso che se devo mandar fuori le foto in 5 minuti andrò a crearmi le situazioni che mi consentano di farlo.

Se invece si considera la postproduzione come un "recupero degli errori", beh... No. Può capitare, anzi capita, che in una foto ci sia un elemento fuori posto (un braccio sche sbuca fuori all'improvviso) e vada sistemanto. Ma, sia dal punto di vista tecnico che di preparazione dello scatto, un professionista non commette errori. Poi vabbè... Sbagliare è umano!, ma non deve essere la regola.

Mi rendo conto di aver generalizzato parecchio, non prendendo in esame moltissimi aspetti. Ovviamente ci sono campi in cui l'ampio uso di Photoshop è obbligato, mentre ce ne sono altri in cui è visto come fumo negli occhi. Se passare 8 ore a "modificare" una modella non è assolutamente un peccato, lo è nel momento in cui altero la realtà decritta da una foto di reportage. Ma, ripeto, sto generalizzando.

Buona Luce, Pace & Amore.

Michele Matracchi

Link to comment
Share on other sites

Bhe' ovvio l'argomento e' ampio da trattare percio' capisco la risposta generalizzata!

Concordo con il fatto che Photoshop a volte e' un prezioso alleato :wub:, ma permettimi di dissentire sulla citazione analogica... -_-

Smith era un maestro ed il tempo che passava in camera oscura serviva per colmare e definire i limiti della pellicola, ovviamente sempre se facciamo un confronto con il digitale...

Lavorare in camera oscura, schermare, bruciare, solarizzare, sporcarsi le mani con i chimici e perdere la vista sotto la luce rossa sono le poche cose, che per chi sa di cosa stiamo parlando, che definiscono veramente un fotografo!

Esiste una figura professionale ben definita per la Post produzione, vuoi dirmi che devo considerare anche Smith non un Fotografo, non un "Maestro" della fotografia, ma un esperto di Post produzione...??? ;)

Eleonora

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...